Questo è ciò che rende affascinante il Wing Chun: proprio perchè fondato sui principi fisici di cui si è accennato appena sopra, questo stile di kung fu non ha limite di età nè di sesso per essere appreso e messo in pratica. 

Il Wing Chun della Lok Yiu offre a qualunque studente la possiblità d’imparare a riconoscere, sviluppare e avvantaggiarsi delle proprie potenzialità fisiche
e interiori. Naturalmente, viene da se che più una persona si dedica con costanza all’allenamento, più radica in se stesso conoscenze e sviluppa sicurezze. La perfezione è qualcosa a cui tutti coloro che praticano il Wing Chun aspirano ma che non potrà mai esser raggiunta e, in questo, vi è la lezione più grande del Wing Chun: non smetterà mai d’insegnarti qualche cosa. Il Wing Chun di tradizione Lok You sfrutta al massimo la fisicità di ciascuno.

Il sistema di Wing Chun come tramandato dal Grande Maestro Yip Man è basato su 3 forme: SIU LIM TAU, CHAM KIU, BIU TZE. Queste forme non necessitano di alcuna arma supporto esterno. Poi, ci sono altre 3 forme che lavorano, invece, grazie a differenti armi quali, ad esempio, l’uomo di legno, il bastone lungo e i coltessi a doppia lama o a “farfalla.” Le prime 3 forme, però sono le più importanti e sono:

SIU LIM TAU: “La piccolo idea iniziale” è la forma su cui un praticante del Wing Chun si allenerà per tutta la vita. Costituisce il fondamento e il seme di quest’arte marziale sul quale tutte le altre forme si sviluppano e da cui tutte le altre tecniche dipendono. E’ la forma che crea il fondamento per lo sviluppo di tutto il sistema di difesa del Wing Chun ed è quella a cui ogni praticante deve sempre ritornare.

CHUM KIU: Questa forma si focalizza sulla coordinazione dei movimenti, prendendo in considerazione la massa corporea e le prime tecniche di contatto fra due praticanti dove lo scopo di ciascuno è proprio quello di rompere l’equilibrio fisico dell’altro. Raccogliendo tutto quanto appreso con la prima forma, offre a chi si allena una visione un pò più ampia dello scopo del Wing Chun e insegna a recuperare il prima possibile la posizione centrata di partenza che è, giustamente, stata compromessa dall’azione del proprio avversario.

BIU TZE: La terza forma si concentra sull’apprendimento di tecniche a brevissima e a lunghissima distanza, sui calci bassi e sulle tecniche di “emergenza” per contrattaccare nel caso in cui la propria posizione centrata venga seriamente compromessa, per esempio, da un colpo molto forte. Questa forma unisce e da senso a tutte e le precedenti apprese, fino a questo livello, separatamente e insegna come trasformare una situazine di svantaggio in una situazione di vantaggio.